ACTIONAID

English version :
ActionAid in collaboration with Italian Cooperation launched a livelihood support project for rural women of flood affected area in Charsadda. The project is titled as “Livelihood Development and Food security of Vulnerable Women in Flood affected areas of two UCs: Hisara Yasin Zai and Turnab in District Charsadda”.The area has been affected by floods in 2010. People lost their houses, livestock and livelihood opportunities.  Women faced major brunt of the loss. Action Aid not only started a long term development work in this area, but also decided to implement the Italian Cooperation funded project with the same community. The main focus of the project is to empower the vulnerable women in the flood affected areas of District Charsadda for strengthening poultry and livestock value chains; enhancing capabilities of Women farmers  in order to increase their agricultural efficiency and productivity. Our theory of change led us to organize the women in 20 small groups. It started with a consultative process and finally women were taking lead in decision making regarding nature and scope of activities. It is heartening to observe that women participate in project planning and implementation with full vigor and confidence. To achieve a set target, ActionAid supports the women to create an enabling environment for economic empowerment. The project is being implemented in three different phases which are as follows: Goats’ distribution As many as 400 poor women received goats. The initiative provided women an opportunity to raise their family income to spend it on food and educational needs of their children. Each women take advantage of the milk production for the family necessity and, when possible, sells goat milk in the market which adds to her family income. These goats, distributed pregnant, will soon be multiplied to enable the women and children to fulfill their basic needs.Mustafa Jan, 60, received livestock support from ActionAid and Italian Cooperation. She says, “I am thankful to ActionAid and Italian Cooperation for providing me a healthy goat. I sell its milk in the market. I am confident that it will reproduce many off springs and one day I will have a herd of goats. In my society, women rarely own anything as everything belongs to men. I am proud of my ownership and I take a lot of care. I feed the goat and milk it myself.  I earn a little amount from the milk sold in the market.” Poultry distribution More than 600 women in Charsadda were provided poultry. Package for each family included 14 hens, one roaster and a cage. This initiative pleased women a lot. They took it as a strong measure to improve their livelihood earning opportunities. Women groups were asked to identify the deserving women whom the poultry would be provided. Sajida is a widow mother of two children including a girl. She lives in Charsadda. She lived hand to mouth. She says, “Being a widow, I was facing a number of difficulties in ensuring provision of food for my children. I plan to generate livelihood from poultry. I will sell eggs and hens in the market. I am also confident that poultry will multiply in number. With a renewed earning, I will spend a small amount on education of my children. I am thankful to ActionAid and Italian Cooperation for providing me poultry”. Kitchen gardening Third component of livelihood support project includes kitchen gardening. ActionAid and Italian Cooperation intend to provide trainings to 350 beneficiaries on kitchen gardening techniques. Apart from training, it includes cash for work and agriculture inputs distribution (seeds, tools and fertilizers).The activities are now ongoing and will allow the women to harvest winter vegetables as products of their work.  
Italian version :
In collaborazione con la Cooperazione Italiana ActionAid ha lanciato un progetto di agricoltura e sicurezza alimentare finalizzato a garantire il sostentamento delle donne alluvionate delle aree rurali del Distretto di Charsadda. Il progetto è intitolato “Sicurezza alimentare e generazione di reddito per le donne vulnerabili colpite dalle alluvioni nel Distretto di Charsadda”. L'area è stata colpita dalle forti inondazioni del 2010 durante le quali molti hanno perso case, bestiame e tutti i mezzzi di sussistenza in loro possesso. Le donne sono state vittime di tali perdite in maniera ancora piu’ accentuata. ActionAid ha dunque avviato un programma di sviluppo a lungo termine integrandolo, grazie ai finanziamenti della Cooperazione Italiana, con un progetto di emergenza da destinare alle stesse comunità. L'obiettivo principale del progetto è quello di sostenere le donne vulnerabili delle zone colpite del Distretto di Charsadda per rafforzare le attivita’ di allevamento  e migliorarne le capacità in materia di orticultura domestica cosi’ da rafforzare la produttività agricola.L’approccio dell’organizzazione, orientato al rafforzamento dei diritti umani, ci ha condotto nell’organizzazione delle donne beneficiarie in 20 piccoli gruppi. In questo modo il tema trasversale dell’empowerment femminile ha trovato realizzazione con un processo partecipativo pre-implementazione e con la consultazione delle donne facenti parte delle comunita’ in tutte le fasi di progetto. Grazie al loro coinvolgimento nei processi decisionali sulla natura e la portata delle attività progettuali le donne hanno gradualmente rafforzato il proprio ruolo anche al di fuori del progetto stesso. È incoraggiante osservare con quanto interesse e fiducia queste donne partecipino al progetto e gettino le basi per un futuro piu’ partecipato. Al fine di garantire un empowerment economico e il rafforzamento delle attivita’ produttive ActionAid realizza tale intervento in tre diverse componenti. Distribuzione di ovocaprini Sono ben 400 le donne vulnerabili che hanno ricevuto ovocaprini. Grazie a tale iniziativa le donne hanno avuto  l'opportunità di aumentare il loro reddito familiare. La produzione di latte, infatti, consente di risparmiare parte del reddito per alimenti dello stesso genere e  puo’ quindi  essere destinato ad altre necessita’ (quali l’educazione e la salute dei bambini). Le beneficiarie di queste distribuzioni sfruttano la produzione di latte e, quando possibile, vendono il latte di capra al mercato. Infine, grazie al fatto che il bestiame e’ stato distribuito gravido, si generera’ un effetto moltiplicatore che consentira’ alle beneficiarie di meglio soddisfare i propri bisogni fondamentali anche nel lungo periodo. Mustafa Jan, 60 anni, ha ricevuto il bestiame e dice:"Sono grata alla Cooperazione Italiana ed ActionAid per avermi  fornito una capra in salute e produttiva. Vendo il suo latte al mercato. Sono fiduciosa che si riprodurra’ e un giorno avrò un gregge di capre. Nella mia società, le donne raramente possiedono qualcosa in quanto tutto appartiene agli uomini. Sono orgogliosa della mia proprietà e me ne prendo molta cura. Nutro la capra e mungo da sola. Guadagno una piccola quantità dal latte venduto nel mercato. " Distribuzione kit avicoli Seicento donne del Distretto di Charsadda sono le destinatarie delle distribuzioni di pollame. Il kit per ogni famiglia comprendeva 14 galline ed un gallo. Questa iniziativa e’ stata accolta molto positivamente nella comunita’ e le donne l’hanno colta come una possibilita’ concreta per migliorare i propri mezzi di sussistenza.L’identificazione delle donne vulnerabili meritevoli e’ avvenuta grazie al supporto degli women groups di progetto.Sajida è una vedova madre di due figli tra cui una bambina. Vive a Charsadda ed ha vissuto finora alla giornata. Dice: "Essendo una vedova, ho affrontato per un lungo periodo una serie di difficoltà nel garantire un pasto  ai miei figli. Ho intenzione di generare mezzi di sussistenza dal pollame. Vendo uova e galline al mercato, sono anche convinta che il pollame si moltiplichera’ in numero  e con esso avro’ nuove possibilita’ di guadagno, con cui potro’ coprire le spese per l’educazione dei miei figli. Sono grata  alla Cooperazione Italiana ed ActionAid per la fornitura di pollame ricevuta. Kitchen gardening La terza componente del progetto include attivita’ di kitchen gardening e formazione sulle tecniche di orticoltura. ActionAid e Cooperazione italiana organizzano, nell’ambito di tale componente, corsi di formazione per 350 beneficiari. Oltre alla formazione e alla distribuzione degli inputs necessari (sementi, attrezzi e fertilizzanti), sono in corso le attivita’ di cash for work per la lavorazione della terra e la semina degli ortaggi. Queste attivita’   permetteranno alle donne di raccogliere, come prodotti del proprio lavoro gli ortaggi invernali tipici della zona.